ingoio

La semeterapia è una branca della medicina alternativa che utilizza lo sperma umano a scopi terapeutici. Alla base dell’approccio c’è l’ipotesi che lo sperma possieda valenza terapeutica e la sua assunzione per via orale possa apportare notevoli benefici psicofisici.

Un po’ di storia della semeterapia

Non è una branca nuova della medicina, e comunque non è un’idea recentissima. La credenza che lo sperma potesse comportare benefici era già sostenuta addirittura nella Grecia antica. Aristotele , infatti, credeva nella strettissima associazione del seme maschile con il sangue, mentre Pitagora era solito considerarlo addirittura come un distillato del cervello. Nei tempi leggermente più recenti, vediamo la sborra considerata molto romanticamente nell’antico Giappone come una rugiada mattutina capace di fecondare la terra, mentre nella Papua Nuova Guinea essa viene utilizzata nei riti di iniziazione per introdurre le nuove generazioni nell’età adulta.
Nell’epoca moderna, dei lumi, invece lo sperma è entrato a tutti gli effetti nella farmacopea, venendogli riconosciute proprietà benefiche e interessanti sotto vari aspetti del benessere psicologico e fisico della donna.

Perché ingoiare sperma?

La donna italiana, notoriamente curiosa e intelligente, secondo recenti statistiche crede nella semeterapia. Sono sempre più numerose, infatti, le signore che approfittano del loro semeterapeuta personale per beneficiare delle indiscutibili proprietà del seme umano.

Vediamo allora dove esso va a intervenire.

  • L’ingoio di sperma sembra influire positivamente sulla donna come antidepressivo. A questo proposito esistono due possibili spiegazioni dell’azione spermatica, entrambe verosimili, che tuttavia richiedono ulteriori approfondimenti. Una ragione può essere trovata nelle componenti chimiche dello sperma che vanno a interagire sul torrente ormonale femminile determinando il miglioramento del tono dell’umore.
  • La seconda interpretazione, invece, vede una correlazione indiretta fra sperma e umore, andando a trovare le ragioni del migliore benessere psicologico della donna nella maggiore disponibilità di quest’ultima a spompinare il proprio partner, a tutto vantaggio della intesa e complicità sessuale e dunque di una condizione psichica improntata sulla serenità.
  • L’assunzione di sperma ha funzione anti aging, contenendo l’invecchiamento delle cellule e dei tessuti.
  • Sembra migliorare le funzioni immunitarie, rendendo l’organismo femminile più resistente agli agenti patogeni esterni.
  • Riduce la caduta dei capelli.
  • Può avere un ruolo di prevenzione del tumore alla mammella.
  • Riduce sensibilmente il rischio di endometrite.

Esistono controindicazioni all’assunzione di sperma?

Fino a questo momento non sono stati evidenziate controindicazioni all’ingoio di sperma da parte della donna. La letteratura non riporta, infatti, alcun tipo di effetto collaterale che possa essere messo in relazione con lo sperma umano. Il database di Baffororno.com offre migliaia di video esemplificativi sulla posologia e sulle modalità di ingoio più adeguate dello sperma da parte della donna.

Due precauzioni da considerare

Esistono tuttavia un paio di precauzioni che la donna deve tenere a mente prima di affrontare la semeterapia.
Lo sperma ingerito deve provenire da un membro sano, non affetto da infezioni, prima fra tutte quella da HIV. La trasmissione del virus, in questo caso, sarebbe un evento certo e pertanto il pompino con ingoio va assolutamente evitato.

Lo sperma ha un discreto potere calorico. Le quantità assunte per via orale, andrebbero pertanto valutate attentamente nel corso di diete ipocaloriche, magari anche con la consulenza del proprio dietologo di fiducia.