porno italia

Che il popolo italiano sia uno dei più perversi al mondo non è certo una novità. Certo, fino a qualche anno fa si pensava che il retaggio culturale italiano (nonchè la presenza del vaticano) riuscisse a porre dei freni alle fantasie disinibite degli abitanti del bel paese.

La realtà però è tutta un altra cosa, e chi dipingeva il popolo italiano come bigotto, inibito e sottomesso a tabù di ogni genere ha dovuto ricredersi constatando come ormai anche gli italiani si siano stufati di avere le ali tarpate, e facciano di tutto per volare liberi in un’universo come quello dell’erotismo e del sesso di ogni tipo.

Parliamoci chiaro. siamo nati con gli impulsi sessuali, pertanto è assurdo doversi reprimere in virtù di regole e dogmi che, pensandoci bene, non si sa bene neanche da dove provengano e da chi siano stati stilati.

Tornando a noi: il fenomeno dei siti porno italiani è una realtà che prende sempre più piede, anno dopo anno, interessando una sempre più vasta schiera di persone e ceti sociali. Dalle giovani ragazzine che amano mostrare le tette in cam fino alle mogli mature che, quasi senza volerlo, hanno dato vita ad un vero e proprio fenomeno culturale, quello delle milf italiane porno, mogli, casalinghe, donne mature over 40, per arrivare anche alle vecchie babbione che, esattamente come tutte le altre esponenti del mondo femminile, hanno le loro esigenze in campo sessuale (leggi: voglia di cazzo).

La differenza tra uomini e donne quindi non è poi così marcata come hanno sempre cercato di farci credere, anzi, pensandoci bene, il sesso è proprio quel legante che accomuna i due sessi dando la motivazione per la quale le due metà della mela sono fatte per essere unite, non solo nei sentimenti ma anche nel vortice libidinoso del rapporto carnale.

Il sesso erotico quindi non fa più paura a nessuno, e non vengano più a raccontarci che fare sesso in allegria faccia di un essere umano (uomo o donna che sia) un individuo di bassa levatura. Gli istinti ce li hanno tutti, uomini, donne, giovani e vecchi, poveri e ricchi, sposati e single.

Il modo migliore per elevare la qualità della vita quindi, non è altro che quello di assecondare i nostri istinti, partendo dal presupposto che, lo possiamo dire in mille modi, “fare l’amore”, “accoppiarsi”, “copulare”, ma anche “scopare, chiavare, trombare”, non sono altro che sinonimi della stessa cosa, due esseri umani (a volte anche più di due) che non fanno altro che donarsi il piacere, e questa non pensiamo certo sia una cosa da condannare.