pissing

Il pissing è il termine inglese che traduce l’italiano urofilia, ovvero la pratica erotica consistente nell’urinare sul corpo e nella bocca del partner, allo scopo di attivare l’eccitazione sessuale e di trovare piacere. La stessa pratica è conosciuta anche con l’eloquente espressione di pioggia dorata.

Se all’irrorazione urinaria segue l’ingestione dello stesso fluido corporeo, allora per identificare questa abilità, dovremo utilizzare il termine urofagia.

Perché pisciare addosso agli altri?

Definiti i termini concettuali entro cui inscrivere la pratica del pisciare addosso al proprio partner o alla propria partner, cerchiamo di comprenderne il significato sotteso.

La pratica del pissing può tranquillamente essere inserita nel database bondage e più genericamente nel vasto catalogo BDSM. Anche senza avere una conoscenza approfondita delle metodiche BDSM e delle sue ferree regole comportamentali, è abbastanza evidente come l’atto di pisciare addosso a una persona e quello di ricevere l’urina sul proprio corpo, siano le ricadute pratiche rispettivamente di un ruolo di dominanza e un ruolo di sottomissione. Assetto relazionale che può raggiungere i massimi livelli, in questa pratica, con l’obbligo di ingerire la stessa urina da parte del sottomesso.

La consensuale umiliazione fisica e psicologica che si gioca tra la parte dominante e quella sottomessa, che puoi tranquillamente guardare nei video di pornopizza.it, è dunque la chiave di lettura della pratica del pissing.

Qualora, invece, la consensualità venisse a mancare, e in vece sua si presentasse una compulsione all’atto, in entrambi i sensi della relazione, si potrebbe configurare una situazione clinica di origine sessuale, annoverabile fra le famose parafilie.

Tuttavia, al di là delle parafilie o delle procedure bondage, il pissing inteso nella sua accezione più tenera e delicata, può trasformarsi da semplice trasgressione delle più basilari regole igieniche, in una formidabile pratica erotica in grado di sostenere la passione della coppia.

È davvero interessante, quanto sorprendente, verificare quanto, in un setting idoneo come può esserlo una vasca da bagno o una doccia, sia erotizzante e supereccitante fare la pipì addosso al proprio partner e successivamente riceverla sul proprio corpo da lui. Oppure ancora, spingersi più in là, e con getto sempre più concentrico e dall’obiettivo sempre più palese, raggiungere il cavo orale, chiedendo tacitamente una consenziente ingestione del liquido fisiologico.

Tutto si può fare in una coppia affiatata. Nulla di più intimamente caldo come l’urina può uscire dal nostro corpo. È il liquido comune sia alla donna che all’uomo e entrambi sono in grado di offrirlo all’altro. Dopo una seduta di pissing del genere, rigorosamente qualunque rapporto sessuale sarà sicuramente di notevolissima portata, a condizione che sia evitata assolutamente ogni forma di risciacquo preventivo.

Ma c’è di più oltre a bere l’urina?

Certamente, anche in una coppia normale.
Le pareti interne della vagina, come quelle del retto, sono molto sensibili alla pressione, sia essa conseguente all’introduzione di un pene, di un oggetto o di un liquido.

Il pissing eseguito direttamente all’interno di questi canali può trasformarsi dunque in una fonte orgasmica di rara bellezza e senza termini di paragone. La migliore approssimazione descrittiva che possiamo offrirti è quella di molteplici eiaculazioni simultanee all’interno dello stesso canale. Sicuramente da provare.