porno italia

Quando l’esibizionismo supera ogni trasgressione e le femmine italiane si mostrano per quello che sono: Grandissime porche che amano essere inculate profondamente.

Come di consueto, quando si parla di contenuti per adulti e video porno in generale è impossibile non soffermarsi su come questo fenomeno, che non esitiamo a definire “epocale”, abbia fatto breccia profondamente nelle passioni del popolo italiano.

Inutile negarlo, noi italiani siamo un popolo di grandissimi porci arrapati, sempre in cerca di sesso e di nuove opportunità per trasgredire fino a superare quella finta barriera che, da sempre, i più puritani e repressi hanno sempre tentato di sollevare, al fine di separare le buone maniere dalla cosidetta: “immoralità”.

Non è un segreto infatti che il porno amatoriale affondi le sue radici proprio in terra italica. E non è certo internet la causa, anche se è palese il contributo che la rete abbia dato all’espansione ed alla diffusione di ogni sorta di contenuto relativo al sesso e ad ogni sua variante.
Già ai tempi dei super8 (che i più giovani non sanno neanche cosa sia) esistevano coppie che si divertivano a riprendere i loro amplessi amatoriali consumati tra le mura di casa. I più timidi si celavano con mascherine che lasciavano ben poco all’immaginazione, mentre le coppie più audaci si riprendevano durante le loro scopate casalinghe senza alcuna vergogna nel mostrare i loro corpi nudi impegnati in ogni sorta di pratica sessuale.

Da quei filmini amatoriali visti di nascosto tra amici sono passati parecchi anni ma il risultato di questo libertinaggio senza regole ha portato alla diffusione di un nuovo tipo di femmina, andando a creare un vero e proprio genere di nicchia, quello delle esibizioniste.

Ma chi sono queste fantomatiche “esibizioniste”? La risposta è semplice, ovvero quella tipologia di donne (più o meno giovani) che amavano fare sesso davanti alla telecamera non solo per una semplice questione di trasgressione e appagamento fisico, ma per un vero e proprio desiderio di mostrarsi ed esibirsi davanti agli occhi di migliaia di persone, per lo più sconosciute.

Abbiamo avuto modo di parlare di recente con una ragazza che ha fatto dell’esibizionismo il suo stile di vita. Le sue parole sono chiare: La femmina in questione prova un forte senso di eccitazione ed appagamento nel sentirsi vista senza veli, impegnata in focose scene di sesso, sia da sola che con altre persone. Ma il lato che affascina di più questa ragazza è il fatto di non sapere di chi siano gli occhi che la osservano mentre si spinge in ogni sorta di trasgressione sessuale.

Sapere di essere una sorta di oggetto del desiderio, irraggiungibile alla massa che si può limitare solo a video e immagini pubblicate su un blog personale, manda letteralmente su di giri la nostra amica, la quale non nasconde che, ogni sua performance, la spinge ad osare sempre di più.

E se le prime esibizioni mostravano lei intenta a masturbarsi, ora i fans possono assistere a intense scene di sesso estremo, nelle quali pompini, sborrate, scopate di gruppo e profonde inculate non sono certo un limite. Lei stessa conferma che il solo pensiero di avere l’obiettivo puntato addosso la faccia eccitare fino all’estremo trasportandola in una nuova dimensione nella quale il piacere fisico la fa da padrone.

C’è da chiedersi fino a quando lei, come tutte le altre esibizioniste che pullulano in rete, continui a provare appagamento ed eccitazione nel diffondere le sue immagini mentre scopa come un’indemoniata. Ma i voyeurs possono dormire sonni tranquilli in quanto, per ogni donna che smette di esibirsi, ce ne sono almeno 4/5 che iniziano la loro carriera nel fantastico mondo dell’esibisionismo amatoriale.